Straperetana 2018 2018-06-19T11:25:10+00:00

Straperetana 2018 

Il tempo svogliato

Quest’anno Straperetana sarà accompagnata da un sottotitolo: Il tempo svogliato. Un’espressione che fa riferimento al senso di “stasi” e quiete di Pereto: aggrappata alla montagna, in posizione dominante rispetto alla valle, a Pereto sembra quasi che il tempo – il tempo presente – si manifesti a fasi alterne, tra vecchie insegne, abitazioni datate, usanze e abitudini cristallizzate. Il tempo scorre, ma secondo un ritmo difficilmente definibile, che si limita a sfiorare il borgo e concorre a definire il carattere del luogo, apparentemente sospeso tra senso di attesa e desiderio di non essere toccato dai cambiamenti.

I 17 artisti che partecipano alla seconda edizione di straperetana sono:

Francesco Alberico (Pescara, 1996)

José Angelino (Ragusa, 1977)

Francesco Arena (Torre Santa Susanna (BR), 1978)

Elisabetta Benassi (Roma, 1966)

Lupo Borgonovo (Milano, 1985)

Thomas Braida (Gorizia, 1982)

Simone Camerlengo (Pescara 1989)

Michela de Mattei (Roma, 1984)

Roberto Fassone (Savigliano (CN), 1986)

Matteo Fato (Pescara, 1979)

Flavio Favelli (Firenze, 1967)

Corinna Gosmaro (Savigliano (CN), 1987)

Lorenzo Kamerlengo (Pescara, 1988)

Valerio Nicolai (Gorizia, 1988)

Alfredo Pirri (Cosenza, 1957)

Nicola Samorì (Forlì, 1977)

Sissi (Bologna, 1977).

preview | sabato 7 luglio ore 18.00

opening | domenica 8 luglio – domenica 5 agosto

orari dal venerdì alla domenica  | 15.30-20.00

negli altri giorni su appuntamento

Straperetana 2018 | Il tempo svogliato

Quest’anno Straperetana sarà accompagnata da un sottotitolo: Il tempo svogliato. Un’espressione che fa riferimento al senso di “stasi” e quiete di Pereto: aggrappata alla montagna, in posizione dominante rispetto alla valle, a Pereto sembra quasi che il tempo – il tempo presente – si manifesti a fasi alterne, tra vecchie insegne, abitazioni datate, usanze e abitudini cristallizzate. Il tempo scorre, ma secondo un ritmo difficilmente definibile, che si limita a sfiorare il borgo e concorre a definire il carattere del luogo, apparentemente sospeso tra senso di attesa e desiderio di non essere toccato dai cambiamenti.

I 17 artisti che partecipano alla seconda edizione di straperetana sono: Francesco Alberico (Pescara, 1996), José Angelino (Ragusa, 1977), Francesco Arena (Torre Santa Susanna (BR), 1978), Elisabetta Benassi (Roma, 1966), Lupo Borgonovo (Milano, 1985), Thomas Braida (Gorizia, 1982), Simone Camerlengo (Pescara 1989), Michela de Mattei (Roma, 1984), Roberto Fassone (Savigliano (CN), 1986), Matteo Fato (Pescara, 1979), Flavio Favelli (Firenze, 1967), Corinna Gosmaro (Savigliano (CN), 1987), Lorenzo Kamerlengo (Pescara, 1988), Valerio Nicolai (Gorizia, 1988), Alfredo Pirri (Cosenza, 1957), Nicola Samorì (Forlì, 1977), Sissi (Bologna, 1977).

preview | sabato 7 luglio ore 18.00

opening | domenica 8 luglio – domenica 5 agosto

orari dal venerdì alla domenica  | 15.30-20.00

negli altri giorni su appuntamento

contatti

per informazioni ed appuntamenti:

ufficio stampa: Santa Nastro | 392.8928522 | 

come arrivare

da Roma
dal GRA prendere l’uscita per autostrada A24 ed uscire a Carsoli/Oricola, continuare sulla SS5 in direzione di Pereto.

da Pescara/Chieti
prendere l’autostrada A25, seguire la direzione Roma, continuare sull’autostrada A24, uscire a Carsoli/Oricola, continuare sulla SS5 in direzione di Pereto.

da L’Aquila
imboccare l’autostrada A24 in direzione Roma, uscire a Carsoli/Oricola, continuare sulla SS5 in direzione di Pereto.